Tutto quello che devi sapere per prenderti cura di un bambino

Tutto quello che devi sapere per prenderti cura di un bambino

Nuovo
Di Babysits, 7 minuti di lettura

Qui troverai una guida che ti illustrerà come prendersi cura di un bambino, da come cambiare un pannolino a come gestire un capriccio e tanto altro!

Prendersi cura di un bambino: le basi

ARGOMENTI

Le 6 cose da sapere per prendersi cura di un bambino


1. Vestire un bambino

Riuscire a far vestire un bambino a volte è un vero e proprio dramma. Questo accade perché, indipendentemente dalla loro età, poter scegliere quali abiti indossare è per loro un modo di sentirsi autonomi. Non male, penserai! Il problema è che spesso fanno abbinamenti poco razionali!

Per fortuna, esistono un’infinità di strategie che puoi mettere in pratica sin da subito per aiutare i bambini a vestirsi, senza togliere loro l’autonomia tanto sperata.

3 strategie per aiutare i bambini a vestirsi in autonomia

  1. Limita le opzioni: concedigli l’autonomia di scegliere su un assortimento limitato di vestiti appropriati per uscire.
  2. Scegli dei vestiti che sono facili da mettere e togliere. Com ad esempio l’abbigliamento elastico.
  3. Definisci degli step da seguire così sarà più facile per il bimbo imparare una volta che sarà da solo: prima la testa, poi un braccio, poi l’altro e infine il resto del corpo.

3 strategie per aiutare i bambini a vestirsi in autonomia

NB: al di là dall’età del bambino, l’approccio sarà diverso in base alle capacità motorie che il bambino ha sviluppato fino a quel momento.


2. Cambiare pannolini

6 semplici passaggi:

  1. Appoggia delicatamente il bambino su una superficie piana e pulita. Mi raccomando deve essere a pancia in su!

  2. Rimuovi il pannolino partendo dalle linguette, poi solleva delicatamente il bambino per le caviglie per sfilare il pannolino sporco da sotto.

  3. Pulisci bene il bambino dall’alto verso il basso.

  4. Alza le gambe verso l’alto e metti il pannolino sotto il suo corpicino.

  5. Butta nel cestino il pannolino sporco.

  6. Tira la parte anteriore del pannolino sulla pancia e fissa le linguette alla parte posteriore del pannolino. Alla fine, igienizza bene tutto.

Come cambiare un pannolino: 6 semplici passaggi


3. Gestire i capricci

Fare i capricci è un comportamento naturale nei bambini. Ma quali sono i più comuni e perché succedono?

In parole povere, i capricci sono uno sfogo emotivo che i bambini usano per esprimersi. Possono essere causati da diversi fattori, tra cui la stanchezza, la fame, il sentirsi ignorati e/o l'ansia.

Una delle cause più comuni è la frustrazione o la rabbia. In particolare, con l'avanzare dell'età i bambini vogliono più autonomia. I capricci sono quindi un modo di comunicare la propria insoddisfazione per non avere abbastanza autonomia o per non ottenere ciò che vogliono.

Ma come gestire i capricci dei bambini? Ecco alcuni suggerimenti utili:

Come evitare i capricci in anticipo

Esistono diversi modi per evitare i capricci o ridurre la possibilità che si verifichino.

Eccone alcuni:

  • Stabilisci una routine, pianifica le cose in anticipo quando il bambino ha meno probabilità di essere stanco, irritabile o affamato.
  • Lascia che il bambino prenda delle decisioni. Così potrà abituarsi ad essere autonomo.
  • Evita quelle situazioni che causerebbero facilmente dei capricci (ad esempio, quando vai al supermercato, evita di passare davanti al banco delle caramelle se sai che il bambino te le chiederà e tu non vorrai comprargliele).

Ma cosa fare quando il capriccio è già in corso?

Alcuni consigli:

  1. Rimano calmo/a.
  2. Cerca di distrarre il bambino.
  3. Cerca di comprendere la ragione alla base del capriccio. A volte ha semplicemente fame o sete.

Come gestire un bambino che fa i capricci


4. Attività per bambini

Esistono un’infinità di attività che puoi fare insieme ai bambini.

Ecco 4 idee:

  • Lavoretti manuali semplici e pagine da colorare.
  • Leggere un libro (magari con delle illustrazioni).
  • Gioco di ruolo dove ognuno interpreta un personaggio di fantasia.
  • Esercizi fisici come danzare, correre o saltare sul posto.

4 attività divertenti da fare con i bambini

Se interessato/a, puoi dare un’occhiata ad alcune delle nostre attività:


5. Dar da mangiare ai bambini

Devi sapere che i pezzi grossi di qualsiasi alimento possono essere pericolosi per i bambini di età inferiore ai 4 anni. Ecco perché è importante tagliare gli alimenti (in particolare quelli duri) in piccoli pezzetti. Questo aiuta a ridurre il rischio di soffocamento.

Alcuni esempi di alimenti che si consiglia di tagliare in pezzi più piccoli sono:

  • Mele
  • Carote
  • Sedano
  • Fagiolini
  • Uva o ciliegie (devono essere tagliati in quattro pezzi)

Raccomandazioni dietetiche per i bambini

Per quanto riguarda l’alimentazione, l’American Academy of Pediatrics suggerisce che i bambini dovrebbero seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, comprensiva di carboidrati, vitamine, proteine, sali minerali e acqua.

Questa semplice linea guida potrebbe non essere adatta a tutti i bambini. Suggeriamo pertanto di consultare sempre il/la pediatra quando si tratta di domande specifiche riguardanti la dieta del tuo bambino.

Tuttavia, se dovessi avere a che fare con un bambino schizzinoso, che non vuole mangiare quello c’è in tavola, allora qua puoi trovare qualche suggerimento da mettere in pratica subito:

  • Non corrompere tuo figlio con il cibo.
  • Fa' diventare il pasto un importante momento di famiglia.
  • Prova nuovi cibi e presentali in maniera invitante.
  • Non forzare tuo figlio a mangiare, ma cerca solo di incoraggiarlo.
  • Utilizza gli stuzzichini per accompagnare il cibo in maniera divertente.

Alimentazione sana per i bambini


6. Sicurezza dei bambini

Ci sono molte linee guida in merito alla salute e alla sicurezza dei bambini da conoscere.

Ecco un riassunto:

  • Attenzione al rischio di soffocamento: può trattarsi di cibo (attenzione ai cibi di grandi dimensioni), piccoli oggetti (giocattoli o oggetti di uso quotidiano) e altro ancora.
  • Evita oggetti appuntiti e giocattoli: assicurati di tenerli fuori dalla portata dei bambini.
  • Fa' attenzione alle bevande calde o a mettere oggetti vicino ai bordi delle superfici: i bambini possono farsi del male se sbadatamente lì fanno cadere.
  • Sii consapevole di eventuali allergie/allergeni: assicurati di sapere a cosa è allergico il bambino e leggi sempre le etichette per sapere cosa contengono i prodotti.

Sicurezza dei bambini: come stare attenti

Potrebbe anche interessarti: 5 cose da avere per rendere la casa sicura per il tuo bambino


Ti piacerebbe lavorare con i bambini? O sei alla ricerca di qualcuno che si prenda cura di tuo figlio? Iscriviti a Babysits per iniziare la tua avventura!

Vuoi ricevere maggiori informazioni sul mondo dell’infanzia? Dai un’occhiata alle risorse della community per approfondire l’argomento che preferisci!